Detersivi per piatti: secondo Altroconsumo nel 70 per cento almeno una sostanza rischiosa

1
1209
Pubblicità

Il 70 per cento dei detersivi per stoviglie analizzati contiene almeno una sostanza rischiosa per l’ambiente.

Pubblicità

Lo ha reso noto Altroconsumo, che ha preso parte al progetto Clean realizzato da Euroconsumers, per promuovere una maggiore informazione dei consumatori su prestazioni e sostenibilità dei detergenti per la casa.

Altroconsumo e i suoi partner, hanno realizzato un’indagine su 115 detergenti per stoviglie, fra tradizionali ed ecologici (56 detersivi per lavastoviglie, 59 detersivi per il lavaggio manuale), testando l’efficacia di lavaggio e analizzando la composizione e il relativo impatto ambientale, e prestando attenzione alla presenza di dichiarazioni e certificazioni green sulle etichette.

In primo luogo, è stata verificata la composizione dei detergenti andando a rilevare le possibili sostanze nocive per l’ambiente. Alcuni dei 115 prodotti analizzati, erano caratterizzati da formule piuttosto semplici, 8-15 sostanze diverse, mentre i lavapiatti a mano possono raggiungere i 24 ingredienti, e i detersivi per lavastoviglie anche 35 (aumentando la probabilità di presenza di sostanze nocive). Circa il 70 per cento dei prodotti analizzati conteneva almeno un ingrediente rischioso per l’ambiente, secondo la classifica Euroconsumers, che spesso non influenzava nemmeno la performance del detersivo, come profumo, fragranze e coloranti.

L’indagine ha rilevato anche la presenza di elementi rischiosi all’interno di ingredienti fondamentali per la composizione del detersivo come tensioattivi, emulsionanti, regolatori di viscosità, agenti chelanti, antincrostanti, conservanti o stabilizzatori di sbiancanti o ossidanti. Dall’analisi è emerso che dei detersivi per lavastoviglie esaminati, solo il 35 per cento risulta avere un basso impatto ambientale, mentre fra i detersivi per il lavaggio manuale, più di 1 su 2 ha prestazioni ambientali buone o molto buone.

Al fine di ridurre l’impatto di questi prodotti sul Pianeta, le sostanze pericolose dovrebbero quindi essere sostituite con opzioni alternative con la stessa funzione ma meno dannose per l’ambienta acquatico, come già fanno diversi produttori che realizzano i detersivi solo con gli ingredienti utili per la rimozione dello sporco e limitano le sostanze persistenti nell’ambiente.

Pubblicità

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui