Voghera, l’assessore Adriatici: ‘Giro con il colpo in canna per difendere i cittadini’

1
0
Pubblicità

Secondo lo scenario ricostruito dal Corriere, mentre il marocchino Youns El Boussetaoui agonizzava, l’ex poliziotto e assessore Massimo Adriatici avrebbe chiamato ad un telefono fisso del commissariato, non al 112, parlando di una lite, e poiché mancavano pattuglie libere in quel commissariato, gli agenti avrebbero girato l’intervento ai carabinieri i quali avrebbero inviato una sola macchina.

Pubblicità

Dietro il comportamento di Adriatici, si cela la convinzione d’essere uno comunque organico alla polizia, in virtù del passato da sovrintendente. Inoltre la sindaca Paola Garlaschelli, che si è astenuta da commenti pubblici, aveva ricevuto diverse segnalazioni sui comportamenti del suo assessore, relativi ad esempio alla pretesa di insegnare il mestiere a ufficiali e dirigenti con convocazioni, e all’abitudine di circolare armato.

Egli stesso, subito dopo l’omicidio, ha ammesso di avere la pistola carica: “Io giro sempre con il colpo in canna. Verifico che tutto sia a posto e i cittadini stiano tranquilli”. Una sorta di ronda, per ovviare secondo lui alle mancanze di Prefettura, agenti, carabinieri.

Nei colloqui con i propri legali, l’assessore non ha smentito quanto dichiarato al pm e da subito ai carabinieri («Ero spaventato, quell’uomo mi ha spaventato…»), ma bisogna capire se abbia esibito la pistola prima di ricevere il colpo a mano aperta, e soprattutto bisogna chiarire qual è stata l’origine dello sparo.

Si confermano eventuali inesistenti minacce subìte in passato da Adriatici come avvocato e come assessore tali da legittimare il possesso della pistola, tanto meno aveva avuto problemi personali con El Boussettaoui, anche se il leghista, era aggiornato, grazie alla rete di commercianti amici e tifosi, di ciò che faceva l’immigrato e forse aveva saputo da altri che El Boussettaoui quella sera potesse essere al bar.

Saranno i periti, attraverso la misurazione tra foro d’entrata e linea di tiro, a stabilire la posizione (steso o in piedi) di Adriatici.

Pubblicità

1 commento

  1. Per difendere i cittadini .Sono parole di chi tutti i giorni si guarda attorno e si chiede …..cosa hanno combattuto i nostri nonni e i nostri padri , caro Pd e grillini, Bella ciao la canzone che spesso evocate parla del respingimento dello straniero , non ha importanza con che armi arriva e a volte sono più pericolose quelle silenti che si intrufolano e ti prendono impreparato alle spalle. Aiuti? nessuno li vuole negare ma se mordi la mano che ti nutre e la stacchi poi non chiedere aiuto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui