Fidanza e Lavarini indagati per finanziamento illecito e riciclaggio. M5S: ‘Perché Meloni non prende le distanze?’

0
1314
Pubblicità

“Dopo l’inchiesta sulla ‘Lobby nera’ di Fanpage.it che coinvolge l’europarlamentare ed ex capo delegazione di Fratelli d’Italia Carlo Fidanza e l’ex candidato di FdI Roberto Jonghi Lavarini, già condannato a due anni per apologia del fascismo, la magistratura sta indagando sui due per le ipotesi di finanziamento illecito e riciclaggio in merito alla campagna elettorale di Fratelli d’Italia a Milano”.

Pubblicità

Lo ha scritto il Movimento 5 Stelle in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook.

“Quanto è emerso è gravissimo: espliciti riferimenti a ‘lavatrici’ per ‘pulire’ finanziamenti in nero a sostegno della candidata, ora neo-eletta Valcepina, trucchetti per favorire il finanziamenti illecito, inni al fascismo, battute antisemite. Senza le scuse per tutto ciò che è ripreso nel video di Fanpage, come può la consigliera Chiara Valcepina rappresentare i cittadini milanesi? Cosa aspetta Giorgia Meloni a prendere le distanze da tutto ciò?” si sono chiesti i pentastellati.

“Invece la leader di Fratelli d’Italia continua a temporeggiare, parlando di ‘attacchi studiati a tavolino’, ribadendo che nel suo partito non c’è spazio per il razzismo e l’antisemitismo, salvo poi non muovere un dito. Ma c’è di più, perché per Giorgia Meloni l’apologia di fascismo, che le ricordiamo non solo è un reato, ma è vietata dalla nostra Costituzione, diventa semplicemente ‘nostalgia folkloristica’. Un comportamento inaccettabilmente ambiguo, come il suo silenzio dopo l’aggressione subita dalla deputata del M5S Iolanda Di Stasio al termine della ‘Notte della legalità’ organizzata ad Afragola dal candidato sindaco Antonio Iazzetta” hanno aggiunto i 5 Stelle.

“In attesa che la magistratura faccia chiarezza sulla vicenda, rinnoviamo il nostro invito alla leader di Fratelli d’Italia: dia un segnale alla cittadinanza e prenda fortemente le distanze da qualsiasi forma di fascismo e di illegalità all’interno del suo partito, rispondendo a quei criteri di trasparenza e integerrimo rigore morale di cui spesso parla” hanno concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui