Matteo Bassetti: ‘Il Green Pass è diventato un tamponificio: così è una fregatura per chi si è vaccinato’

2
2193
Pubblicità

Matteo Bassetti ha espresso un’opinione sul caso della sospensione della dottoressa Marina Valmorbida, contraria ai vaccini anti-Covid perché “fatti con cellule embrionali”.

Pubblicità

Il direttore della clinica di Malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, in collegamento con la trasmissione di Rai Uno “Oggi è un altro giorno”, ha detto: “Le modalità di produzione dei vaccini sono le stesse che vengono usate in altri campi. O stoppiamo la medicina moderna oppure… Mi spiace che una collega chiuda la porta al progresso scientifico. Per quanto riguarda il vaccino mRna, non c’è nessuna cellula abortiva utilizzata per la produzione di quei sieri. Non solo è una grandissima stupidaggine, ma ci si chiude al progresso con questo atteggiamento, che mi spiace provenga da un medico”.

“Solo alcune categorie di grandi allergici, ma anche per quelli, con la presenza di medici e defibrillatori, siamo riusciti a fare regolarmente i vaccini. Chi produce queste condizioni, alla fine, si sta solo inventando scuse per non vaccinarsi. Se sono 30mila in Italia coloro che non si possono vaccinare, sono tanti” ha fatto presente l’infettivologo.

Bassetti ha poi annunciato di avere firmato una petizione per l’obbligo del vaccino: “Questo Green Pass mi piace sempre meno, è diventato un tamponificio. L’Italia dovrà fare 12-15 milioni di tamponi alla settimana, ma non siamo in grado di farli, perché così facendo sottrarremo tempo alla diagnosi e al tracciamento. La carta verde fatta così è una fregatura per chi si è vaccinato: se si voleva fare le cose per bene, bisognava seguire l’esempio francese, escludendo la possibilità dei tamponi. Bisognerebbe essere più duri” ha concluso l’esperto.

Pubblicità

2 Commenti

  1. BASSETTI HA RAGIONE,
    SI DEVE RENDERE OBBLIGATORIO IL VACCINO.
    CHI NON LO FA ,DEVE ESSERE ESPULSO DA QUALSIASI POSTO,A MENO CHE’ ,NON ABBIA ALLERGIE PER CUI NON POSSA FARE IL VACINO.
    MA SARANNO POCHISSIMI (O,1/0,2 PER CENTO) PER CUI ININFLUENTI

  2. ci sono stati morti accertati a causa di questo farmaco spacciato falsamente per vaccino,,per cui non e possibile fare una legge che obblighi le persone a inniettarsi un farmaco che potrebbe procurargli la morte,,caro silvano ti prego di aprire la tua mente a possibili verita alle quali poresti rimanere esterefatto nel constatare la crudelta e la totale mancanza di coscienza da parte dei governanti mondiali,,,auguri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui