Green pass, Di Battista su scontri Trieste: ‘Lavoratori trattati come criminali’

2
2408
Pubblicità

“Il green pass per i lavoratori, misura inesistente nel resto d’Europa, oltretutto imposta nonostante la campagna vaccinale (per quel che loro stessi dicono) stia andando bene, è stata una forzatura che ha buttato benzina sul fuoco. Il fuoco si chiama sofferenza, squilibri sociali, povertà, aumento delle bollette”.

Pubblicità

Lo ha scritto Alessandro Di Battista in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook.

“Abbiamo vissuto 2 anni molto complicati. Serviva intelligenza, ascolto, pacificazione. Invece sono arrivati lacrimogeni, idranti e manganelli. E lavoratori che manifestano pacificamente sono trattati da criminali. Penso questo. E lo penso da pro-vax. Anzi consiglio a tutti di vaccinarsi (a Cuba, un paese che non ha nulla a che fare con big-pharma addirittura stanno vaccinando i bambini)” ha osservato.

“Ma il green pass per i lavoratori – ha ribadito Di Battista – è una forzatura sciocca in un momento di grande tensione sociale. Tant’è che nei paesi che il sistema politico-mediatico prende come esempio non esiste. Oltretutto chi ha quattrini e non si vuole vaccinare (per me sbagliando) va avanti tranquillamente. Chi campa con 1200 euro al mese e non si vuole vaccinare (per me sbagliando) no!”.

Pubblicità

2 Commenti

  1. di battista se sei veramente un ” bimbo ” prodigio come dicono allora saprai anche che i medici di famiglia in gran parte, contravvenendo ai divieti dei banditi al comando, curano da ben 18 mesi i pazienti a casa in maniera precoce cob solo 5 tipi di pastglie ben dosate tirandoli fuori in 10.15. acquistano anche l’immunità. i vaccini sevono solo a far guadagnare le big farma.

    • Proprio così. … il siero genico una presa per il culo colossale e aggiungo: gli effetti avversi falcidiato più della malattia….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui