Quota 102, 103 e 104: cosa può cambiare dal 1º gennaio

0
3315
Pubblicità

Giovedì potrebbe essere convocato il Consiglio dei ministri per una prima approvazione della legge di bilancio. Il dopo Quota 100 è tutto da definire

Pubblicità

Il segretario del Pd Enrico Letta chiede di abbandonare il sistema delle Quote, fortemente voluto dalla Lega, e chiede di intervenire con un meccanismo flessibile, in particolare per lavori gravosi e donne. “Il problema di fondo – ha detto Enrico Letta a Che tempo che fa – è che è sbagliato il metodo della Quota. Quota 100 è stato un errore: chi ne ha usufruito ha avuto un vantaggio ed è contento ma per l’80 per cento sono uomini, è uno strumento diseguale che discrimina le donne. Secondo me più che il tema della Quota, le due cose da fare sono flessibilità a seconda dei lavori gravosi e poi dare un messaggio importante alle donne con Opzione donna. Combatteremo perché in legge di bilancio il punto essenziale siano le donne e i giovani”.

Il governo ha respinto la proposta di Matteo Salvini di applicare Quota 102 per due anni, perché creerebbe uno scalone. Si starebbe prendendo in considerazione un meccanismo con età fissa di uscita a 64 anni fino al 2024 e contributi crescenti (38, 39 e 40 anni), in pratica Quota 102, 103 e 104. Quindi tenere ferma l’età a 64 anni e incrementare i contributi a 38, 39 e 40.

Secondo il governo Draghi, il ritorno alla legge Fornero sulle pensioni con la cancellazione di Quota 100 “non è equivocabile – sottolinea oggi Repubblica –  E la trattativa in corso con le forze di maggioranza potrà solo definire il percorso, graduale ma breve, per far rivivere la soglia dei 67 anni”. L’obiettivo attuale è evitare lo scalone dei 67 anni, e per questo si potrebbe valutare una transizione più lunga, fino al 2024.

La richiesta dei sindacati è una flessibilità che permetta di ritirarsi dal lavoro dai 62 anni e tenga conto della diversità dei lavori. Oppure uscite dopo 41 anni di contributi. In particolare, l’ipotesi dei 41 anni, indipendentemente dall’età anagrafica, è stata scartata dal Mef perché costa 4-5 miliardi all’inizio e sale a 9 miliardi dopo il 2029.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui