Fingeva di vaccinare per dare il Green pass, beccata dai colleghi dell’hub a Como: denunciata una dottoressa

1
2950
Pubblicità

Una dottoressa in servizio all’hub vaccinale di Lurate Caccivio (Como) è stata denunciata ai Carabinieri di Appiano Gentile (Como) perché avrebbe finto la somministrazione di vaccini anti-Covid a pazienti compiacenti facendo ottenere loro il Green pass.

Pubblicità

Ad incastrarla i suoi stessi colleghi. Infatti venerdì la dottoressa si è presentata all’hub vaccinale di Lurate Caccivio (Como) con una lista di 17 persone da vaccinare, tutti pazienti fragili da lei seguiti che arrivavano da diverse parti della Lombardia e che lei avrebbe convinto a vaccinarsi, a detta sua. 

L’esposto è scattato dopo che un’impiegata all’accettazione ha notato che la dottoressa anziché iniettare i sieri nel braccio dei pazienti avrebbe svuotato il contenuto della siringa in batuffoli di cotone idrofilo. A quel punto è stato avvisato il dottore Gianni Clerici, legale rappresentante del gruppo Medici Insubria incaricato dall’Ats locale della gestione del centro vaccinale.

Quando il medico ha proposto alla donna, estranea alla cooperativa, di effettuare le vaccinazioni al suo posto, i pazienti ancora in attesa si sono rifiutati e hanno lasciato l’hub.

Il sospetto è che dietro questo episodio possa nascondersi un’organizzazione che abbia come obiettivo primario di ottenere, in maniera fraudolenta, i Green pass.  L’esposto è stato firmato dal dott. Gianni Clerici, presidente della cooperativa Medici Insubria, e responsabile sanitario dell’hub di Lurate Caccivio.

Pubblicità

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui