Massimo Galli contro la no vax a Cartabianca: ‘Stia zitta, il suo comportamento è inaccettabile’

0
1271
Pubblicità

Acceso dibattito nella puntata del 16 novembre di Cartabianca tra Massimo Galli e la rappresentante della rete nazionale delle scuole in presenza, Maddalena Loy

Pubblicità

“La signora è di un cinismo incredibile” ha affermato il virologo, criticando la posizione della Loy secondo cui bisognerebbe dare la possibilità alle famiglie che non vaccinano i figli di scegliere se andare comunque a scuola in presenza. 

La Loy infatti ha chiesto “che alle famiglie venga data la possibilità di scegliere. Chiunque per motivi religiosi, etici o sanitari ha delle perplessità sui vaccini viene messo nelle condizioni di finire in ghetti. C’è la costruzione di una storia che sta spaccando la società. Anche il green pass è una misura aberrante, impedire ad un ragazzo di 12 anni di andare in palestra o in un museo in cambio di un tampone o un vaccino non lo trovo giusto”.

“Adesso lei sta zitta e mi lascia parlare, vivaddio!” ha detto ancora Galli, che poi ha aggiunto: “Con questo tipo di personaggi non vale la pena di discutere. Hanno la verità rivelata”. 

Bianca Berlinguer che moderava alla presenza di Francesca Barra, Andrea Scanzi, Bruno Vespa, Maddalena Loy e Massimo Galli, ha chiesto scusa a nome della trasmissione.

La Berlinguer ha dichiarato: “Il professore si è alterato giustamente perché è stato interrotto tre volte ed è colpa mia, dovevo intervenire. Lui è anche svantaggiato perché è in collegamento da casa e non è in studio”. Anche Andrea Scanzi ha espresso un parere sulla posizione della Loy: “Si vuole avere la pretesa di spiegare a un professore come Galli, la pandemia. Io a Zlatan Ibrahimovic non direi mai come deve palleggiare. È normale che poi manda a quel paese”. 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui