Il leader No Vax cambia idea dopo una settimana in terapia sub-intensiva: ‘Vaccinatevi’

0
2340
Pubblicità

Dopo una settimana di ricovero in terapia sub-intensiva, Lorenzo Damiano – uno dei leader No Vax veneti – si è convinto della validità della campagna di immunizzazione e non appena possibile si vaccinerà. 

Pubblicità

L’uomo – già candidato sindaco a Conegliano con la lista Norimberga 2  – nei giorni scorsi era finito in ospedale dopo aver contratto il Covid-19. Dapprima ricoverato in area medica, le sue condizioni si sono aggravate ed è stato necessario trasferirlo in terapia sub-intensiva a Vittorio Veneto. L’uomo si è ammalato dopo essere tornato da pochi giorni da Medjugorje e non è escluso che il contagio possa essere avvenuto lì, date le tempistiche dell’infezione.

 “La mia visione del mondo geopolitico è cambiata, ovviamente. Sarò pronto quanto prima, quando Dio vorrà, a far sapere al mondo intero quanto sia importante seguire collettivamente la scienza, quella che ti salva. A volte bisogna passare per una porta stretta per capire le cose come sono. Io ho fatto una cura monoclonale, ringrazio il reparto di Vittorio Veneto che mi ha seguito, sono stati meravigliosi. E comunque il vaccino lo faccio, ho passato tutto quello che dovevo passare. Vaccinatevi tutti, io mi vaccinerò”, ha dichiarato.

Ora le condizioni di Damiano sono nettamente migliorate, infatti verrà presto dimesso dall’ospedale.

Bill Gates alcuni anni fa preannunciava che le prossime guerre sarebbero state solo batteriologiche e virali, pandemiche. Bisogna perdonare tutti, ricominciare da zero, bloccare la fonte di questo male. Nel frattempo, fatevi questo vaccino che salva la vita”, ha riferito in un video girato dall’ospedale.

Lorenzo Damiano è noto negli ambienti complottisti per il suo attivismo contro i vaccini e per le sue posizioni anti-sistema. Contro i promotori della campagna vaccinale contro il Covid aveva fondato il movimento “Normiberga 2” per giudicare i presunti colpevoli della pandemia. Negava l’esistenza stessa dell’epidemia, e nei suoi messaggi si ritrovano slogan contro la “dittatura sanitaria”, a favore dei no Green Pass, delle terapie mediche domiciliari e della libertà vaccinale, uniti a temi religiosi.  

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui