Bollo auto scaduto? Ecco come evitare la maxi-multa

0
1053
Pubblicità

Si rischiano multe pesanti e sanzioni se non si paga il bollo auto. Il termine per provvedere al pagamento è l’ultimo giorno del mese successivo all’immatricolazione del mezzo. Si può pagare on line, sportelli bancari e delle poste, tabaccai, agenzie di pratica auto e varie delegazioni ACI.

Pubblicità

Il tributo regionale che riunisce tassa automobilistica e di circolazione è obbligatoria per ogni intestatario di auto. Per il primo bollo, i termini sono fissi e cadono nei mesi di aprile, agosto e dicembre, con obbligo di pagamento della tassa nei mesi di maggio, settembre e gennaio. In caso di mancato pagamento, il proprietario dovrà versare con gli interessi di mora, che è una percentuale annua dello 0,3 per cento, sanzioni differenti a seconda del ritardo. Lo 0,1 per cento del complessivo del costo del bollo per ogni giorno di ritardo se questo è superiore ai 14 giorni, dell’1,5 per cento tra il quindicesimo ed il trentesimo giorno, dell’1,67 per cento per un pagamento effettuato tra i 30 ed i 90 giorni di ritardo, del 3,75 per cento oltre i 90 giorni ed entro un anno.

Sopra i 12 mesi di ritardo, si dovrà versare il 30 per cento di maggiorazione dell’importo dovuto oltre ad un interesse dello 0,5 per cento per ogni semestre di ritardo nel pagamento. Dopo 3 anni di mancato pagamento consecutivi, può scattare la radiazione del veicolo del PRA (Pubblico Registro Automobilistico) rendendo impossibile la circolazione del veicolo se non previa nuova immatricolazione e saldo degli arretrati.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui