Covid, Oms: ‘Tsunami di contagi, variante Omicron uccide’

0
1836
Pubblicità

La variante Omicron sta provocando “uno tsunami di contagi enorme e rapido che sta schiacciando i sistemi sanitari nel mondo”. 

Pubblicità

Lo ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel briefing sull’emergenza covid sottolineando come “gli ospedali stiano diventando sovraffollati e con uno staff ridotto”. 

In questo quadro, si rischiano altre “morti evitabili non solo per il Covid ma anche per altre malattie se i pazienti non possono ricevere cure tempestive. Anche se Omicron sembra essere meno grave rispetto alla Delta, specialmente nei vaccinati, non significa che possa essere categorizzata come ‘lieve'”, ha detto ancora il direttore generale dell’Oms osservando che Omicron “proprio come le precedenti varianti causa ricoveri e uccida”.

“I vaccini di prima generazione potrebbero non fermare tutte le infezioni e i contagi ma rimangono molto efficaci per ridurre i ricoveri e i decessi provocati da questo virus”. Somministrare “dose booster dopo dose booster in un numero ridotto di paesi non porrà fine alla pandemia finché miliardi di persone sono totalmente prive di protezione. Possiamo però cambiare questa situazione. Al ritmo attuale di vaccinazioni, 109 paesi non centreranno l’obiettivo di completare il ciclo vaccinale per il 70 per cento della popolazione entro l’inizio di luglio 2022. La sintesi di questo squilibrio è tutta qui: alcuni paesi procedono verso la vaccinazione dei propri cittadini per la quarta volta, mentre altre nazioni non hanno nemmeno le dosi sufficienti per vaccinare regolarmente gli operatori sanitari e i soggetti più a rischio” ha aggiunto.

“Le varianti Alfa, Beta, Delta, Gamma e Omicron riflettono in parte” lo squilibrio della distribuzione di vaccini “perché con i bassi livelli di vaccinazioni abbiamo creato le condizioni perfette per far emergere le varianti. La scorsa settimana è stato registrato il numero più alto di casi covid finora nella pandemia. E di sicuro questo è un numero sottostimato” ha concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui