Multa 100 euro a no vax? Bassetti, Crisanti e Galli: ‘Presa in giro’

1
2709
Pubblicità

La multa di 100 euro ai no vax? “Una presa in giro”. 

Pubblicità

Lo sostengono Massimo Galli, Andrea Crisanti e Matteo Bassetti, bocciando la misura, inserita nell’ultimo decreto, che prevede una multa una tantum da 100 euro per gli over 50 che non rispettano l’obbligo di vaccino anti covid. 

“Se uno con 100 euro si libera del problema di vaccinarsi, a me viene da ridere. Trovo che sia una multa assolutamente ridicola, e questa misura non porterà ad ottenere il risultato sperato”, dice Galli, già direttore di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano, all’Adnkronos Salute.

“Al di là della cifra in sé, la multa di 100 euro una tantum non è che un aspetto dell’obbligatorietà: è, per dirla alla Macron, un modo per ‘rompere’ ai no vax, mettendo dei paletti in tante situazioni per far sì che l’obbligo venga rispettato”, ritiene Pregliasco, virologo e direttore sanitario dell’Ospedale Galeazzi di Milano. “È una dichiarazione di intenti, una presa d’atto dell’interesse da parte dello Stato nel ribadire la necessità di vaccinarsi per l’interesse collettivo – sottolinea – Ma quello che funziona è il green pass”.

“Come disse Franceschiello all’esercito: ‘Facite ‘a faccia feroce'”, dice Crisanti, citando uno dei detti sull’esercito di Francesco II di Borbone per definire il valore della multa. “Spaventateli, fategli la faccia feroce: questo è il senso, una trovata alla Pulcinella. Ormai siamo passati dalla tragedia alla commedia napoletana. È un obbligo da ridere. Uno spende di più se gli rimuovono la macchina. Un no vax dice: te li pago e buonanotte. Ma è soprattutto l’inutilità del provvedimento, mirato a 1,2 milioni di persone di cui perlomeno 300-400mila sono esenti. È come pensare che con un bicchiere d’acqua aumenti il livello di un lago” aggiunge.

“È una presa in giro, non è un decreto per l’obbligo vaccinale, è una vera presa in giro per i vaccinati”, afferma Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova, all’Adnkronos Salute. “Se si pensa che un triplo vaccinato che durante le feste andava in centro a fare gli acquisti senza la mascherina prendeva 400 euro di multa e uno di 70 che non si vaccina ne prende 100… Per me forse facevano più bella figura a non far niente. Chiaramente è un provvedimento di poco buon senso frutto di mediazione politica probabilmente pre-elezione del Presidente della Repubblica dove non si è voluti arrivare allo scontro ma mi pare che si poteva evitare di prendere un provvedimento del genere, così – conclude – è davvero una presa in giro”.

Pubblicità

1 commento

  1. Non tutti posseggono un portafogli gonfio come il loro… 100 euro hanno il loro valore!!! Mi chiedo, perchè questi scienziati non chiedono che vengano esclusi dai vaccini coloro che sono stati ricoverati in ospedale, ed hanno anticorpi da vendere e che non hanno bisogno di ulteriori dosaggi di anticorpi. Ma sono sempre più convinto che sia al 70% tutto business per le multi nazionali e non per il bene della gente. Prima o poi verranno a galla le verità, e qualcuno dovrà scappare per la vergogna, “sempre che abbiano ancora della dignità”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui