Virus, Vaia: ‘Chi di dovere dovrà fare analisi approfondita del numero dei morti analizzando ogni dettaglio’

0
2980
Pubblicità

“Sono settimane che il numero delle terapie intensive e dei ricoveri” Covid in Italia “diminuisce. Ma non quello” dei morti. “Pur considerando che potrebbe esserci una coda della Delta e che la nostra popolazione è anziana, comunque i numeri sono eccessivi e probabilmente chi di dovere dovrà fare analisi approfondita del numero dei morti analizzando ogni dettaglio. C’è chi è deputato a farlo e sono certo che lo farà”.

Pubblicità

Così Francesco Vaia, direttore dell’Inmi Spallanzani di Roma, rispondendo alle domande di una delegazione di studenti in visita all’Istituto.

Quanto alla performance di Checco Zalone con la sua canzone sui virologi, Vaia ha detto: “Io sono stonato e non canto. Sanremo è dei cantanti. Oltre alla grande bravura di Amadeus e dei nostri artisti, penso che 11 milioni di spettatori vogliano dire una cosa che non può essere che una: gli italiani hanno voglia di leggerezza e di riprendersi la vita”.

Virus, Vaia: ‘Verso una primavera di rinascita’

Sull’andamento del Covid in Italia, “una cosa mi sembra chiara: andiamo verso una primavera di rinascita”.

Lo ha dichiarato all’Adnkronos Salute il direttore dell’Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, commentando la possibilità che il 31 marzo finisca lo stato di emergenza.

“Se i dati continuano a confermarsi, sia quelli osservazionali sulla popolazione che quelli derivanti dai sempre più numerosi studi su Omicron in particolare, dovremo mitigare le misure, semplificare tutto, riappropriarci sempre di più degli spazi di socialità. La società civile è pronta e matura per continuare a mantenere le misure di salvaguardia che ancora sono necessarie. Il Governo mi sembra assolutamente disponibile” ha spiegato l’esperto.

“D’altronde ho sempre affermato – ha detto ancora il direttore – che la via italiana dell’ottimismo razionale, della gradualità e delle misure da prendere in funzione dell’andamento epidemico, insieme anche alle vaccinazioni, si sia dimostrata la più efficace nel panorama europeo”.

“Sono pertanto fiducioso che anche stavolta si prenderanno le decisioni più giuste per ridare voglia di vivere alle persone e un grande impulso alla ripresa dell’economia”, ha concluso Vaia.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui