La Spezia, carabiniere arrestato per violenza sessuale: avrebbe molestato quattro donne nel locale di proprietà dei genitori

0
2409
arrestato-carabiniere
Pubblicità

Un carabiniere in servizio in una delle caserme nella provincia della Spezia, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale.

Pubblicità

Avrebbe molestato in tempi diversi quattro donne, tutte dipendenti di un locale di proprietà dei genitori del militare stesso, un’attività commerciale che si trova però in Toscana.

L’indagato si trova agli arresti domiciliari: l’ordinanza di applicazione della misura cautelare è firmata dal gip di Massa.

L’inchiesta – si legge sul Fatto Quotidiano – «è stata condotta dalla Procura apuana nel massimo riserbo. Il militare, ritengono gli inquirenti, ha approfittato della frequentazione pressoché quotidiana del pubblico esercizio per mettere in pratica atti di molestie nei confronti delle vittime, intimorite a sporgere denuncia proprio a causa della sua professione. La notizia, diffiusa nell’ambiente dell’Arma, ha destato stupore, rabbia e indignazione: il comando provinciale dei carabinieri della Spezia fa sapere al Secolo XIX che il collega coinvolto “era assente dal servizio da tempo per motivi di salute. Stiamo collaborando con l’Autorità giudiziaria, l’Arma dei Carabinieri è la prima interessata a che sia fatta piena luce sui fatti”, riferiscono».

Il comando provinciale dei carabinieri della Spezia – riporta Fanpage.it – non ha smentito le accuse né preso le difese del militare, limitandosi a spiegare che “era assente da tempo per motivi di salute”. Dal Comando sottolineano che “stiamo collaborando con l’Autorità giudiziaria, l’Arma dei Carabinieri è la prima interessata a che sia fatta piena luce sui fatti”. A condurre le indagini sul carabiniere sono stati i colleghi di Massa. Sono stati loro ieri a notificargli l’ordine di custodia ai domiciliari. Martedì prossimo il militare sarà sottoposto a interrogatorio di garanzia. L’udienza è stata fissata in procura a Massa. Il difensore, Rinaldo Reboa, chiederà la revoca della misura cautelare: “Il mio assistito respinge le accuse”, ha detto.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui