Zelensky ai soldati russi: ‘Arrendetevi, sarete trattati con dignità’

1
1757
Pubblicità

“Vi offro una scelta: a nome del popolo ucraino, vi dico che vi diamo la possibilità di vivere. Se vi arrendete alle nostre forze militari, vi tratteremo come devono essere trattati gli esseri umani: con dignità. Il modo in cui non siete stati trattati dal vostro esercito. E il modo in cui il vostro esercito non tratta la nostra gente. Scegliete”. Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, si rivolge in un video alle truppe di Mosca, parlando in russo. “In 19 giorni – aggiunge Zelensky in ucraino – l’esercito russo ha avuto più perdite che nelle due sanguinose guerre in Cecenia”.

Pubblicità

Ucraina, vicepremier: “Anche l’Occidente è a rischio”

“Il popolo ucraino non accetterà l’occupazione russa della Crimea e del Donbass, non sono condizioni accettabili perché il presidente Zelensky non potrebbe spiegare il perché di decine di migliaia di persone sono morte dal 2014, oltre 15 mila persone”.

Lo ha dichiarato la vicepremier ucraina Iryna Vereshchuck a La7.

L’Ucraina continua a chiedere disperatamente la no fly zone, perché senza “sarà difficile vincere la guerra, nonostante tutta la volontà dello stato ucraino di vincere. Abbiamo bisogno di sistemi di difesa aerea. Abbiamo cinque delle più grandi centrali nucleari europee, a cui bisogna assicurare la continuità di fornitura dell’energia elettrica. L’Occidente potrebbe chiudere il cielo sopra le centrali nucleari, altrimenti questa guerra distruggerà noi, loro, i polacchi, i lituani… Anche voi siete a rischio”, ha avvertito Vereshchuck.

Primo ministro Ucraina: “Fermare Russia prima che bruci tutta Europa”

“E’ arrivato il momento di fermare la Russia, prima di una catastrofe nucleare, prima che tutta l’Europa sia in fiamme”. Lo ha detto il primo ministro dell’Ucraina Denys Smihal, che ha parlato al Consiglio dell’Unione Europea, al posto del presidente Volodimir Zelenskyj. Il capo del governo ucraino si è dunque collegato con Strasburgo, rilanciando la necessità di fermare i russi, soprattutto a sud dell’Ucraina. Ha poi ringraziato tutti i Paesi vicini “per il sostegno che hanno mostrato nei confronti di donne e bambini che in quei Paesi hanno trovato rifugio e spero che queste persone possano trovare sollievo nella vostra accoglienza. Grazie per solidarietà, gloria all’Ucraina”.

Pubblicità

1 commento

  1. Non so se ridere o…ma dove hanno trovato questo presidente logorroico e sconclusionato? Dica ai suoi padroni che è ora di finirla con le menzogne e con le continue gravi minacce e si sbrighino ad accettare le condizioni di Putin che sono contenute ed assolutamente realistiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui