Macron: ‘La Francia sia pronta ad una guerra di alta intensità’

0
4863
Macron
Pubblicità

La Francia deve potenziare il suo esercito per essere pronta a rispondere ad “una guerra di alta intensità che può tornare sul nostro continente”: lo ha detto il presidente candidato Emmanuel Macron, presentando ai Docks di Aubervilliers, alle porte di Parigi, il suo programma elettorale in vista delle elezioni presidenziali del 10 e del 24 aprile. Rivolgendosi agli oltre 300cronisti riuniti sul posto, Macron ha insistito sulla necessità di rafforzare l’autonomia della Francia e dell’Europa dinanzi alle sfide future, a cominciare dal settore della Difesa tornato di dirompente attualità dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia di Vladimir Putin.

Pubblicità

L’Ansa riporta che Macron, “rivolgendosi agli oltre 300 cronisti riuniti sul posto, ha insistito sulla necessità di rafforzare l’autonomia della Francia e dell’Europa dinanzi alle sfide future, a cominciare dal settore della Difesa tornato di dirompente attualità dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia di Vladimir Putin”.

Il presidente candidato, favorito nei sondaggi in vista del voto, ha evocato un bilancio della Difesa equivalente a 50 miliardi di euro nel 2025. Ma per “guadagnare flessibilità dinanzi a nuovi tipi di conflitto, spaziale, cyber”, il fondatore di En Marche intende anche “investire in tecnologie di punta e rafforzare gli investimenti per poter garantire ad una guerra di alta intensità che può tornare sul nostro continente”. Macron intende anche raddoppiare il numero di riservisti tra i militari e un aumento di agenti e gendarmi.

Ha anche auspicato che la Francia sia “la prima nazione ad uscire dalla dipendenza di petrolio, gas e carbone”.

Dalla sua candidatura per un secondo mandato all’Eliseo, il 3 marzo scorso, Macron ha fatto una sola uscita pubblica in veste di candidato, il 7 marzo scorso, a Poissy. I principali sfidanti nella corsa presidenziale, come Marine Le Pen (Rassemblement National) Eric Zemmour (Reconquete) o Jean-Luc Mélenchon (La France Insoumise) hanno invece moltiplicato i comizi e accusano Macron di essersi sottratto ai suoi impegni di candidato schivando il confronto politico, fa sapere l’ANSA.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui