Ucraina, Cia: ‘Data la disperazione di Putin non prendiamo alla leggera la minaccia nucleare Russa’

0
1968
Pubblicità

Gli Stati Uniti non “prendono alla leggera” la possibilità che la Russia possa usare armi nucleari in Ucraina. Lo ha detto il direttore della Cia, William Burns.

Pubblicità

“Data la disperazione del presidente Putin e della leadership russa, date le battute d’arresto che hanno affrontato finora militarmente, nessuno di noi può prendere alla leggera la minaccia rappresentata da un potenziale ricorso ad armi nucleari tattiche o a basso rendimento”, ha avvertito sottolineando tuttavia che gli Usa non hanno notato alcun segnale che Mosca stia preparando un attacco del genere.

Intelligence Gb: affondamento Moskva cambierà quadro nel Mar Nero

L’affondamento dell’incrociatore lanciamissili Moskva, preceduto il 24 marzo scorso dall’affondamento di un’altra nave russa di classe Alligator, “probabilmente spingerà la Russia a rivedere la sua posizione nel Mar Nero”: lo ha scritto l’intelligence britannica nel suo aggiornamento sulla guerra in Ucraina. “La Russia ha subito danni a due navi fondamentali dall’inizio dell’invasione”, si legge ancora nel bollettino. “L’incrociatore lanciamissili Moskva – osserva ancora l’intelligence britannica – svolgeva un ruolo chiave sia come nave di comando che per la difesa aerea”.

Appello di Navalny all’Occidente: bloccate la propaganda di Putin

Alexei Navalny ha invitato i giganti della tecnologia occidentale ad aprire un “fronte informativo” attraverso campagne di informazione in grado di raggiungere i russi. “Esorto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il premier britannico Boris Johnson, la Commissione europea, Ursula von der Leyen, Mark Zuckerberg a trovare urgentemente una soluzione per schiacciare la propaganda di Putin utilizzando le opportunità di informazione e pubblicità sui social media”, ha scritto su Twitter.

Un giornalista a Biden: “Pronto ad andare a Kiev?”. Il presidente USA: “Sì”

“Si”. Così ha risposto il presidente americano Joe Biden ad una domanda dei giornalistiche gli chiedevano se “fosse pronto ad andare in Ucraina”. Biden aveva appena detto che l’amministrazione sta valutando se inviare un alto funzionario a Kiev e i giornalisti gli hanno chiesto: “Chi manderete?”. Il presidente ha risposto: “Siete pronti voi ad andare?”. Uno di loro ha quindi ribattuto: ‘E lei?”. “Sì”, ha risposto Biden.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui