Ucraina, ex militare Kiev: ‘Nei prossimi 3 o 4 giorni inizierà la seconda fase della guerra con forti bombardamenti’

0
3083
Pubblicità

«Crediamo nei prossimi tre o quattro giorni, inizierà con forti bombardamenti. La nostra intelligence sostiene che sono pronti ormai, le formazioni d’attacco sono in posizione, vogliono cercare di accerchiare le nostre truppe a est di Kramatorsk».

Pubblicità

Lo ha detto al ‘Corriere della Sera’ il 66enne Oleg Zhdanov, ex alto ufficiale prima dell’esercito sovietico, quindi ucraino, docente di cose militari considerato tra i commentatori più esperti a Kiev.

Quanto all’affondamento dell’incrociatore lanciamissili Moskva, la nave ammiraglia della flotta russa del Mar Nero, l’ex militare ha osservato: «Abbiamo ottenuto un successo rilevante. Colpire con due missili Neptune e sostanzialmente mettere fuori gioco», «significa danneggiare fortemente la marina militare di Putin e l’intero apparato d’attacco contro l’Ucraina».

«La nave si trovava a circa 25 km al largo di Odessa con oltre 500 marinai a bordo. Sappiamo che i due missili sono stati sparati da una base vicino a Odessa, hanno fatto esplodere la Santa Barbara e la nave è sbandata, pare stia affondando, comunque non sarà più utilizzabile. Il mare era agitato al momento, c’erano unità turche che incrociavano non troppo lontano e pare abbiano salvato una cinquantina di marinai, gli altri potrebbero essere morti», ha fatto sapere Zhdanov.

«I missili Neptune sono difficili da intercettare ma ne abbiamo pochi»

I Neptune «sono missili entrati in funzione solo all’inizio dell’anno, ne possediamo un numero limitato, hanno un raggio di circa 200 chilometri e una testata capace di portare 300 chili di esplosivo. Li producono le nostre industrie militari che sviluppano un vecchio modello sovietico», ha spiegato.

Come mai non sono stati intercettati dai russi? «Il Moskva è stato varato nel 1982, venne poi modificato e aggiornato nel 2001, ma rimane un modello obsoleto. Le sue difese non sono state in grado di intercettare i Neptune, armi modernissime che volano sul pelo dell’acqua», ha risposto l’ex ufficiale di Kiev.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui