Virus, Bill Gates: «Siamo ancora a rischio, può arrivare una variante più trasmissibile e mortale»

0
3104
Pubblicità

«Siamo ancora a rischio di una variante» del Covid «più trasmissibile e più mortale . Non è probabile ma c’è un 5% di rischio che non abbiamo visto ancora il peggio».

Pubblicità

È l’ultimo avvertimento di Bill Gates.

«Un focolaio classificato “di preoccupazione” viene rapidamente identificato dalle agenzie sanitarie pubbliche locali, che funzionano efficacemente anche nei paesi più poveri del mondo. Tutto ciò che è fuori dall’ordinario viene condiviso con gli scienziati per studiarlo e le informazioni vengono caricate su un database globale monitorato da un team dedicato. Se viene rilevata una minaccia, i governi lanciano l’allarme e avviano raccomandazioni pubbliche per i viaggi, il distanziamento sociale e la pianificazione delle emergenze. Iniziano a usare strumenti già a portata di mano, come quarantene, antivirali che proteggono da quasi tutti i ceppi e test che possono essere eseguiti ovunque», ha spiegato il miliardario americano in «GatesNotes», il blog ufficiale.

«Se questo non è sufficiente — prosegue Gates —, gli inventori di tutto il mondo si mettono immediatamente al lavoro sviluppando nuovi test, trattamenti e vaccini. In particolare, la diagnostica accelera in modo estremamente rapido in modo che un gran numero di persone possa essere testato in breve tempo. Nuovi farmaci e vaccini vengono approvati rapidamente, perché abbiamo concordato in anticipo come condurre le prove in sicurezza e condividere i risultati. Una volta che sono pronti per entrare in produzione, la produzione si avvia immediatamente perché le fabbriche sono già in atto e approvate. Nessuno viene lasciato indietro, perché abbiamo già elaborato come produrre rapidamente abbastanza vaccini per tutti. Tutto arriva dove dovrebbe, quando dovrebbe, perché abbiamo creato sistemi per ricevere i prodotti consegnati fino in fondo al paziente. Le comunicazioni sulla situazione sono chiare ed evitano il panico. E tutto questo avviene velocemente».

«Questo è un momento cruciale. C’è più slancio che mai per fermare le pandemie per sempre. Nessuno che ha vissuto il Covid, lo dimenticherà mai. Proprio come una guerra può cambiare il modo in cui una generazione guarda al mondo, il Covid ha cambiato il modo in cui vediamo il mondo. Anche se potrebbe non sembrare sempre così, negli ultimi due anni abbiamo fatto enormi progressi. Nuovi strumenti ci permetteranno di rispondere più velocemente la prossima volta e le nuove capacità ci hanno preparato meglio a combattere agenti patogeni mortali. Il mondo non era pronto per il Covid, ma possiamo scegliere di essere pronti la prossima volta», ha affermato Gates.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui