Il ministro degli Esteri del Papa: contatti con Mosca

0
805
papa-francesco
Pubblicità

“La Santa Sede e lo stesso Santo Padre sono disposti a fare tutto quello che è possibile, la Santa Sede continua la sua attività diplomatica con contatti con le autorità ucraine e anche tramite l’ambasciata della Russia presso la Santa Sede abbiamo qualche contatto con Mosca”. Così l’arcivescovo Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati, in questi giorni in Ucraina. La Santa Sede, spiega il “ministro degli Esteri del Papa” a Vatican News, “vorrebbe continuare ad incoraggiare l’invio di aiuti umanitari e allo stesso tempo sensibilizzare la comunità internazionale e questo è sempre necessario. Purtroppo in ogni conflitto, lo abbiamo visto anche in Siria o in Libano con i tanti problemi che ha avuto, dopo un po’ di tempo subentra la stanchezza anche nel sostenere un popolo in difficoltà. La stanchezza arriva anche per il fatto che non si trova la soluzione, che le cose vanno avanti per lungo tempo, così quello che noi cerchiamo di fare, quello che il Papa ha fatto è avviare tanti interventi, diversi momenti di preghiera e tanti appelli per la fine della guerra in Ucraina, continueremo in questa direzione”

Pubblicità

Papa Francesco: davanti a nostri occhi l’immane tragedia della guerra

“Davanti ai nostri occhi si consuma ancora una volta l’immane tragedia della guerra, che è la peggiore conseguenza della distruttività umana, individuale e sistemica, che non viene presa sufficientemente sul serio e non viene dovutamente curata ed estirpata alla radice”. Lo ha detto Papa Francesco, nel messaggio inviato ai partecipanti del convegno internazionale ‘Adamo dove sei? La questione antropologica oggi’, in occasione del 50esimo anniversario della fondazione dell’istituto di psicologia della Pontificia università Gregoriana.

Ucraina, Parolin: “Visita Papa? Valuteremo dopo Gallagher”

Adesso in Ucraina “c’è l’ arcivescovo Paul Richard Gallagher, è partito questa mattina e credo ritornerà domenica. Vedremo anche in seguito alla sua missione che cosa conviene fare”. Lo ha spiegato il segretario di Stato Vaticano, cardinale Pietro Parolin, margine di una evento alla Cattolica a Milano. “Per il momento non c’è da parte
del Papa l’intenzione di andare” in Ucraina “ma si valuterà anche alla luce di questa missione”, ha concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui