Berlusconi, ‘dichiarazioni Gb e Nato non portano Putin al tavolo’

0
1001
Pubblicità

“Per portare Putin al tavolo delle trattative non bisogna fare le dichiarazioni che sento venire da tutte le parti, dalla Gran Bretagna o dalla Nato”. Lo ha detto Silvio Berlusconi, lasciando il ristorante di Posillipo, a Napoli.

Pubblicità

Berlusconi: sanzioni fanno male anche a noi

«Le sanzioni hanno fatto molto molto male all’economia russa, si prevede un calo del Pil del 14%, ma hanno fatto male anche a noi»: così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, a pranzo a Napoli in un ristorante di Marechiaro, prima del suo intervento di domani alla convention nazionale del partito.

Michel, Putin ha commesso diversi errori; Kiev può vincere

“Se guardiamo alla situazione, Putin ha fatto diversi errori. Ha pensato che l’Union europea non sarebbe stata unita. Ha pensato che non sarebbe stata capace di avere la stessa posizione con i nostri alleati transatlantici. Ha pensato che l’Ucraina non sarebbe stata capace di resistere oltre qualche giorno”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, in un’intervista alla Cnn. “Il mondo può vedere che l’esercito russo non è così forte, che la corruzione dell’esercito russo ha delle conseguenze. Il mondo può vedere che la Nato si allarga con la Svezia e La Finlandia che hanno richiesto l’adesione”, ha aggiunto. Alla domanda se l’Ucraina può vincere la guerra, Michel ha risposto “si'”.

Putin: rafforzare nostra sovranità tecnologica

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha invitato il governo e i responsabili del settore a “rafforzare la sovranita’ tecnologica” del Paese, sullo sfondo delle sanzioni occidentali e dell’aumento di quella che il leader del Cremlino ha definito “una guerra informatica su vasta scala” contro la Russia. In un incontro in videoconferenza con i membri del Consiglio di sicurezza russo, Putin ha ricordato il decreto da lui firmato nei mesi scorsi, per il quale “dal 2025 sara’ generalmente vietato l’uso di software stranieri per la sicurezza informatica” nelle agenzie governative. “Per questo, al fine di rafforzare la nostra sovranita’ tecnologica, il governo ha bisogno di creare una moderna base di componenti elettronici russi il prima possibile”, ha detto Putin. “Ne parliamo da molto
tempo, stiamo lavorando nel modo piu’ attivo, spero che il risultato arrivi nel prossimo futuro”, ha aggiunto il leader russo. “Dobbiamo sviluppare la nostra tecnologia, compresa la produzione di sistemi software e hardware”, ha precisato il capo dello Stato. A suo avviso, in questo ambito “e’ necessario utilizzare ampiamente gli strumenti e le risorse del programma nazionale ‘Economia digitale'”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui