Ministro difesa: “Russia costruirà nuove basi militari in risposta ad allargamento della Nato a Svezia e Finlandia”

0
3199
Pubblicità

La Russia creerà nuove basi militari in risposta all’allargamento della Nato. Lo ha detto il ministro della difesa russo Sergei Shoigu. Il Ministro ha evidenziato un aumento delle minacce militari vicino ai confini occidentali della Russia a causa di Usa e Nato. Shoigu, secondo quanto riportano le agenzie russe Tass e Interfax, ha elencato tra le minacce anche le domande di adesione alla Nato da parte di Finlandia e Svezia.

Pubblicità

Mosca: minacce occidentali ai nostri confini sono in aumento

«La situazione nella direzione strategica occidentale è caratterizzata dalla crescita delle minacce militari vicino ai confini della Russia». Lo ha affermato venerdì il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, al consiglio del dipartimento militare. Lo riporta la Tass. «Negli ultimi otto anni, l’intensità dei voli dei bombardieri strategici statunitensi in Europa è aumentata di 15 volte», ha spiegato. Inoltre «le visite nel Mar Baltico delle navi americane con missili guidati sono diventate sistematiche», ha detto ancora.

Putin riunisce consiglio di sicurezza per rafforzamento delle infrastrutture informatiche

Vladimir Putin presiederà nelle prossime ore una riunione in video collegamento del Consiglio di sicurezza. In discussione vi sarà la questione del rafforzamento della stabilità e della sicurezza delle infrastrutture informatiche del Paese. Saranno adottate, anticipa la Tass, misure preventive contro nuove minacce nel settore. Sarà il Segretario del Consiglio di sicurezza, Nikolai Patrushev, a presentare un nuovo documento sull’obiettivo strategico. Parte della riunione sarà aperta, ma la presentazione di Patrushev, si precisa, avverrà a porte chiuse.

Il Cremlino: Putin e Lukashenko si vedranno a Sochi lunedì

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha annunciato che il presidente russo Vladimir Putin e il leader autoritario della Bielorussia, Alexander Lukashenko, si incontreranno a Sochi lunedì 23 maggio per tenere colloqui bilaterali. Lo riporta l’agenzia russa Tass.

Mosca: quasi 2 mila soldati ucraini si sono arresi ad Azovstal

L’assedio russo all’acciaieria Azovstal a Mariupol continua e a oggi sono 1.908 i soldati ucraini che si sono arresi. Sono i numeri forniti dal ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui