La7, Santanché contro un percettore del reddito di cittadinanza: “Lei, bello paffuto, prende soldi senza lavorare…”. Lui reagisce così

0
5177
Pubblicità

Duro scontro a “Non è l’arena” (La7) tra la senatrice di Fratelli d’Italia, Daniela Santanchè, e Daniele Aversa, ex imprenditore siciliano 47enne e percettore del reddito di cittadinanza da 3 anni.

Pubblicità

Aversa, padre di 4 figli, percepisce 950 euro al mese e si è lamentato in onda da Giletti perché nei centri dell’impiego siciliani vengono offerti solo stage retribuiti dai 200 ai 500 euro al mese.

Santanchè ha reagito accusando ingiustamente Aversa di aver rifiutato altre offerte di lavoro: “C’è un uomo che a 47 anni prende il reddito di cittadinanza: capite bene perché vogliamo abolire questa misura. Questo signore ha rifiutato altri posti di lavoro”.

Aversa ha ribattuto: “Non è assolutamente vero”.

Santanchè ha ripreso la parola e ha affermato: “Non è dignitoso nei confronti dei suoi figli avere un padre che sta a casa e che prende 950 euro al mese senza lavorare. I genitori hanno il compito di educare i loro figli e di essere un esempio per loro. E lo dico da madre: lei è un pessimo esempio per i suoi figli. Un uomo di 47 anni in buona salute, bello robusto, che prende 950 euro al mese è un motivo in più per toglierlo. Lei sicuramente farà dei lavori in nero. Sicuramente”.

“Non è vero, lei dice cavolate”, ha controbattuto Aversa.

La parlamentare di FdI ha però insistito: “Lei è proprio l’esempio che convince gli italiani che il reddito di cittadinanza non si deve dare a persone come lei, ma bisogna andare a lavorare. Io voglio dare l’assegno di solidarietà a chi non può lavorare e ha più di 60 anni. Lei, invece, viene qui in televisione, bello, paffuto e prende 950 euro. A quelli che sono in studio e che lavorano sa come fa girare le palle la sua testimonianza?”.

L’ex imprenditore dopo alcuni minuti ha detto: “Io non ho mai rifiutato un lavoro. Anzi, se me lo volete dare, purché sia a tempo indeterminato, io sono uno di quelli che rinuncia al reddito di cittadinanza e vengo a lavorare per voi. È davvero offensivo quello che ha detto la Santanchè. Io per una vita ho pagato i contributi e non mi sono arricchito alle spalle di nessuno, perché non ho fatto politica come lei, che si è arricchita coi soldi dei contribuenti”.

“Io vivo del mio lavoro”, ha risposto Santanchè.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui