Ucraina, cancelliere austriaco: “Putin pronto a negoziare sul grano bloccato nei porti ucraini”

0
1293
Pubblicità

Vladimir Putin è pronto a negoziare sul grano attualmente bloccato nei porti ucraini. A dichiararlo è stato il cancelliere austriaco Karl Nehammer riferendo della conversazione “molto intensa e molto seria” di 45 minuti avuta con il presidente russo. Putin sarebbe anche pronto a negoziare sullo scambio di prigionieri di guerra e ha promesso di parlare con Kiev della questione, ha riferito il cancelliere austriaco. Il leader russo ha anche detto che la Croce Rossa Internazionale avrebbe avuto accesso ai prigionieri di guerra. “Putin ha segnalato che è pronto a consentire le esportazioni attraverso i porti”, ha detto Nehammer. Tuttavia, ha aggiunto, i porti interessati dovrebbero essere sminati. L’Austria sta cercando di rimanere in dialogo con tutte le parti in conflitto nella tradizione della sua “politica di neutralità attiva”, ha dichiarato il cancelliere, che ha reso noto di aver parlato anche con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che conta di avvicinare le parti nei prossimi giorni per rilanciare il processo negoziale.

Pubblicità

Putin: “Le accuse alla Russia per le forniture grano sono prive di fondamento”

Le accuse contro la Russia, ritenuta responsabile dei problemi globali di forniture del grano a causa del suo intervento armato in Ucraina, “sono prive di fondamento”, così il presidente russo, Vladimir Putin, nel colloquio telefonico con il cancelliere austriaco, Karl Nehammer. “Putin ha sottolineato che i tentativi di incolpare la Russia per le difficoltà nel fornire prodotti agricoli sui mercati mondiali – afferma il Cremlino in una nota – sono infondate”. Il capo di stato russo ha indicato ancora una volta le “sanzioni anti-russe degli Stati Uniti e dell’Europa” come motivo della crisi alimentare.

Cancelliere austriaco: “Putin è pronto a discutere uno scambio di prigionieri”

Il presidente russo, Vladimir Putin, sarebbe “pronto a discutere di uno scambio di prigionieri con l’Ucraina”, lo ha spiegato il cancelliere austriaco, Karl Nehammer, dopo il colloquio con il leader del Cremlino.

Cancelliere austriaco: “Putin in linea di principio disposto ad aprire corridoi di export”

Il cancelliere austriaco, Karl Nehammer, dopo la telefonata con Putin ha dichiarato che il presidente russo “in linea di principio” sarebbe disposto ad aprire “corridoi di export sicuri” che secondo Putin “potrebbero essere controllati dal segretario generale delle Nazione Unite”. Per Nehammer, i canali per l’export di grano devono restare aperti, mentre Putin avrebbe fatto dipendere le garanzie di approvvigionamento, dalla fine delle sanzioni.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui