Kaliningrad, Mosca: ‘Vogliamo augurarci il meglio e prepararci al peggio’

0
2224
Pubblicità

Il Cremlino non esclude la possibilità che la Lituania sollevi le restrizioni al transito verso l’exclave russa di Kaliningrad, ma si prepara al peggio.

Pubblicità

Lo ha dichiarato Dmitry Peskov, citato dalla Tass. “Non vogliamo escludere nulla. Vogliamo augurarci il meglio e prepararci al peggio. E questo è esattamente ciò che stiamo facendo ora”, ha aggiunto il portavoce del Cremlino.

Institut For The Study Of War: “La Bielorussia non entrerà in guerra, Lukashenko non può permettersi conseguenze interne”

“È improbabile che la Bielorussia entri in guerra in Ucraina per conto della Russia. Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko probabilmente non può permettersi le conseguenze interne del coinvolgimento delle sue limitate risorse militari in una costosa guerra straniera”. Lo sostiene il centro studi statunitense ‘Institut For The Study Of War’ secondo cui “La Russia non dispone delle riserve necessarie per condurre un’altra offensiva verso Kiev” e le esercitazioni congiunte “hanno lo scopo di tenere sotto controllo e minacciare le aree di confine ucraine, ma è improbabile che prevengano il coinvolgimento effettivo nelle ostilità”.

Lavrov: “Le bugie sono il metodo ucraino per giustificare le proprie azioni”

“Le bugie sono il metodo scelto dal governo ucraino per giustificare le proprie azioni”. Lo ha detto il ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov in un’intervista all’emittente nazionale bielorussa, ripresa dalla Tass. “Non mi sorprende che le bugie siano diventate i mezzi del governo ucraino. Questo accadeva per il governo di Pyotr Poroshenko e lo stesso vale per Vladimir Zelensky” ha aggiunto.

Lavrov: pronti a collaborare con la Turchia su export grano ucraino

Mosca è pronta a collaborare con la Turchia sul problema dell’esportazione di grano ucraino. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, in un’intervista alla tv pubblica bielorussa. “I porti non sono bloccati da noi. Da marzo di quest’anno, le nostre forze armate hanno dichiarato corridoi sicuri dalle acque territoriali minate dell’Ucraina al Bosforo”, ha ribadito Lavrov, “siamo pronti a collaborare con i turchi. Ma per questo gli ucraini devono liberare i porti dalle mine. Non vogliono farlo”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui