Ucraina, Orsini: «L’Italia è caduta sotto la propaganda della Nato e un esercito di professori universitari si è messo al servizio di Draghi»

0
3533

«Scoppiata la guerra, l’Italia è caduta sotto la propaganda della Nato e un esercito di professori universitari si è messo al servizio di Mario Draghi per creare consensi intorno alle sue politiche di guerra in Ucraina e colpire i pacifisti.».

È uno dei passaggi di un editoriale del professor Alessandro Orsini per Il Fatto Quotidiano.

Nel pezzo, intitolato ‘Il Draghessor Fabbrini’, il docente spiega: « Li chiamo i “draghessori”. Molti di questi draghessori si trovano alla Luiss. Tra questi figura Sergio Fabbrini, il direttore del dipartimento di scienze politiche della Luiss, un amico di Paolo Gentiloni, a cui chiede di scrivere le prefazioni ai suoi libri per fare sfoggio dei suoi potenti amici».

Il post, pubblicato martedì scorso, si conclude così: « Dei draghessori, e del draghessor Fabbrini in particolare, che compiace il governo Draghi dalle colonne del “Sole 24 ore”, parlo oggi sul Fatto quotidiano, nella mia rubrica del martedì. Non so se il mio Rettore vorrà censurarmi con un comunicato stampa per questo mio post e per questo mio articolo. Stiamo a vedere».

Orsini: «Pure Repubblica, che tanto ha tifato perché la mia Università mi licenziasse e che ha diffuso tante falsità sul mio conto, pubblica la sua classifica con il mio libro al primo posto»

«E pure la Repubblica, che tanto ha tifato perché la mia Università mi licenziasse e che ha diffuso tante falsità sul mio conto, pubblica la sua classifica con il mio libro al primo posto. Come il Corriere della Sera, anche l’inserto della Repubblica è ampissimo, ma Maurizio Molinari non riesce a trovare nemmeno uno spazio per commentare questo fenomeno che non è soltanto editoriale, ma anche politico-culturale. Forse il mio libro è primo perché tanti italiani non ne possono più del giornalismo di Maurizio Molinari? Forse è primo anche perché la Repubblica ha definito il manifesto della marcia per la pace Perugia-Assisi “vilipendio di cadavere ucraino”? Forse è primo anche perché il Corriere della Sera mi ha falsamente inserito in una rete criminale collegata al Cremlino o perché alcuni deputati del PD hanno cercato di chiudere Carta Bianca con il sostegno di certi giornalisti del Corriere della Sera ingrassati a pane e propaganda della Nato? Questa sera parlerò della guerra in Ucraina dalla sede del Fatto quotidiano. Cercherò di trasmettere la diretta dalle mie pagine Facebook», ha scritto Orsini in un altro post sul social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here