Orsini: «Fui censurato per aver detto che la Russia avrebbe devastato l’Ucraina. Ora esce la notizia che la Russia ha conquistato l’intera regione di Lugansk»

0
10758
Pubblicità

«Nel primo giorno dell’invasione, dissi e fui per questo censurato dal senato accademico della mia università, la Luiss “Guido Carli”, che la Russia avrebbe devastato l’Ucraina a piacimento e che, una volta circondato il Donbass, avrebbe distrutto e massacrato tutto ciò che c’era in mezzo. Giunge adesso la notizia che la Russia ha conquistato l’intera regione di Lugansk. Prevedendo tutto questo, e volendo proteggere la vita dei civili, proponevo una trattativa seria con la Russia sempre rifiutata dalla Nato».

Pubblicità

Lo ha scritto in un post su Facebook il professor Alessandro Orsini.

«L’idea della Nato, sbandierata a destra e a manca, è che l’unica logica applicabile alla Russia sia quella del muro contro muro. Nessuna concessione su niente; la Nato non si ferma. Con la Russia non si tratta – dicono due uomini pericolosissimi come Stoltenberg e Johnson – con la Russia si fa soltanto la guerra. Salvo poi dire che è la Russia che non vuole trattare. La Russia vuole trattare, ma vorrebbe una trattativa seria. Proporre come trattativa a Putin di ritirare tutte le sue truppe dall’Ucraina è semplicemente ridicolo. Le vere trattative si fanno avanzando proposte serie e credibili; le trattative finte, in cui Draghi è un maestro, si fanno prendendo in giro gli italiani», ha scritto ancora il docente.

«Tutte le volte che Draghi afferma che la Russia deve ritirare i soldati dall’Ucraina per avviare una trattaiva ci prende in giro giacché una simile proposta non corrisponde alla logica della trattativa, bensì a quella della guerra. Draghi è un guerrafondaio, un uomo di guerra, che finge di volere la pace. Mentre Draghi ci prende in giro, gli ucraini vengono massacrati affinché la Nato possa continuare ad avanzare ai confini della Russia con l’inclusione della Finlandia che pone le premesse per un nuovo conflitto. Grazie, governo Draghi, per tutti questi ucraini che contribuisci a far massacrare. Grazie, governo Draghi, per il futuro di morte che stai organizzando per i nostri figli», ha concluso.

Pubblicità

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui