Zelensky: ‘Se il Mar Nero non viene sbloccato immediatamente, il risultato della crisi alimentare sarà uno tsunami migratorio’

0
1734
Pubblicità

“Se questa minaccia della fame non viene rimossa, se il Mar Nero non viene sbloccato immediatamente, il risultato della crisi alimentare sarà uno tsunami migratorio che raggiungerà anche te, anche se l’Austria è ancora lontana dal mare”.

Pubblicità

Così Volodymyr Zelensky, in collegamento nei giorni scorsi con il festival viennese 4Gamechangers.

“Basta guardare i prezzi di carburante e gas. Cosa sta succedendo loro? I mercati dipendono troppo dalle compagnie russe, da Gazprom e dai fornitori di petrolio russi”, ha spiegato.

“La Russia è sponsor di divisioni e disinformazione, movimenti politici anti europei e problemi per l’intero continente. Questo flusso di denaro, che viene utilizzato contro il mondo democratico, deve fermarsi quest’anno. Altrimenti tutti in il mondo che odia la democrazia capirà che il mondo democratico non è in grado di difendersi”, ha concluso.

Zelensky: 89 atleti e allenatori uccisi e 13 catturati

“Molti atleti ucraini sono entrati nelle file delle forze armate per difendere il Paese sul campo di battaglia. 89 atleti e allenatori sono stati uccisi nelle ostilità, 13 sono stati catturati e sono nelle mani dei russi”. E’ il bilancio fornito dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dopo aver incontrato il presidente del Comitato olimpico internazionale, Thomas Bach. “Oltre 100 mila atleti ucraini non hanno l’opportunità di allenarsi oggi” a causa dell’invasione russa, ha aggiunto il leader di Kiev, sottolineando che “molte infrastrutture sono state distrutte”.

Zelensky: “La Russia vive la peggior crisi economica degli ultimi 50 anni”

“L’economia russa vive la più grande crisi degli ultimi 50 anni. Il mondo ha rotto i legami con la Russia. Le parole collasso, deficit e povertà descriveranno la vita russa finché questo Stato vorrà essere uno Stato terrorista”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel consueto video serale citato da Ukrinform.

Il leader ucraino ha aggiunto che la Russia ha perso più di 35.000 soldati “e questa è una stima prudente”. “A cosa serve tutto questo? Serve ai propagandisti folli per mostrare nelle loro trasmissioni una bandiera russa o sovietica sulle rovine da qualche parte… Semplicemente non c’è altra risposta”, hadetto.

Zelensky ha poi dichiarato che “è chiaro a tutti nel mondo -e, ne sono certo, a tutte le persone sane della stessa Russia -che l’Ucraina vincerà. È solo una questione di tempo.Sfortunatamente, è una questione di perdite che subiamo, principalmente di persone. È una questione di armi moderne, che dobbiamo ottenere e sicuramente otterremo”, ha assicurato.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui