Di Battista: «Il continuo attacco al reddito di cittadinanza da parte di politici professionisti pagati 12.000 euro al mese è immorale»

3
4223
Pubblicità

«Il continuo attacco al reddito di cittadinanza da parte di politici professionisti pagati 12.000 euro al mese, con svariate legislature alle spalle (ed elezioni favorite da leggi elettorali addirittura giudicate incostituzionali) che, male che vada, usciranno dal Parlamento con decine di migliaia di euro di Tfr (io ho fatto una sola legislatura e ho ricevuto per questo 43.000 euro di liquidazione, ovviamente restituiti immediatamente) è immorale».

Pubblicità

Lo ha scritto Alessandro Di Battista in un post su Facebook.

«Hanno uffici pagati, cellulari pagati, rimborsi di ogni tipo, telepass gratis, viaggi in aereo-treno-nave (anche in 1 classe) gratis e se la prendono con i percettori del reddito perché vi sono alcuni che lo prendono senza averne il diritto. E i politici che prendono lo stipendio ed il tfr senza andare mai in aula? E le diarie intascate anche a fronte di spese ampiamente inferiori a quel che gli arriva da Camera e Senato? E collaboratori parlamentari (i portaborse) pagati due lire nonostante quasi 4000 euro al mese di spese di esercizio del mandato incassati? » ha domandato.

«Si sono mai indignati costoro per i miliardi di euro intascati dai partiti nonostante il Popolo italiano si sia opposto con un referendum al finanziamento pubblico della politica? Si indignano costoro per giornali propagandistici tenuti in piedi esclusivamente dai sussidi statali in quanto ormai hanno più pagine che lettori? Si sono mai indignati per opere inutili, tangentifici, nauseabondi conflitti di interessi, porte girevoli tra ministero dell’economia e banche, nomine fatta dai ministri esclusivamente per giochi di potere (tutto pagato con le nostre tasse)?
No, se la prendono con i disgraziati. C’è chi non ha diritto al reddito ed al contrario lo percepisce? Si facciano più controlli!» si legge ancora nel post.

«Voler abolire il reddito per alcuni abusi ed irregolarità è come voler cancellare gli autobus pubblici perché c’è chi non paga il biglietto o cancellare le pensioni di invalidità perché esistono i falsi invalidi o, magari, chiudere il Parlamento per sempre perché oggi è infestato da politicanti senza un briciolo di etica», ha concluso.

Pubblicità

3 Commenti

  1. sei un grande
    torna in politica e fai valere i diritti e doveri di noi italiani alle elezioni subito via drachi e mattarella tutti x cicoria .se posso darti una mano sono pronto anche in polotica.la sai la vera storia del sangue infetto.ancora al governo siede al fianco del pd marcucci fatti una domanda e datti una risposta .

  2. grande Alessandro solo una cosa ti dico, al governo ce solo gentaglia i migliori sono fuori loro fanno quello che c….o vogliono mentre chi e veramente bravo sta fuori ma da fuori non si fa politica bisogna essere dentro e combatterli questi farabutti torna e noi tutti ti appoggeremo come abbiamo sempre fatto.xxxx

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui