Zelensky: “Grazie a Draghi, convinto che il sostegno dell’Italia continuerà”

0
3422
Pubblicità

“Sinceramente grato a Mario Draghi per l’incrollabile sostegno all’Ucraina nel combattere contro l’aggressione russa e difendere i comuni valori europei, la democrazia e la libertà”.

Pubblicità

Lo ha scritto su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

“Continueremo a lavorare per sviluppare la cooperazione tra Ucraina e Italia, sono convinto che il sostegno attivo dell’Italia al popolo ucraino continuerà”, ha aggiunto Zelensky.

Cremlino: ‘Dimissioni Draghi sono affare interno dell’Italia e non vogliamo interferire’

Le dimissioni del presidente del Consiglio, Mario Draghi, sono “un affare interno dell’Italia e non vogliamo interferire. Possiamo solo constatare che il periodo del suo governo e’ coinciso con una fase molto sfortunata nelle nostre relazioni bilaterali”. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, in un commento all’AGI sulla crisi di governo in Italia.

Mosca: “Che c’entriamo noi con la crisi italiana?”

“Cosa c’entra la Russia?”. Questa la prima reazione della portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ad una domanda sulle dimissioni del governo Draghi. “Non solo commentatori e blogger, ma anche responsabili politici italiani collegano i cambiamenti politici interni alla Russia e alla politica estera. Questo mi meraviglia, questo ci ha scioccato”, ha aggiunto la portavoce.

Mosca: per noi l’Italia è sovrana, per altri non sappiamo

“Abbiamo sempre considerato l’Italia un Paese sovrano e indipendente. Se essa non viene considerata tale altrove, questo non ha nulla a che fare con la Russia”. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova rispondendo ad una domanda su presunti tentativi di destabilizzazione di Mosca. “L’operato del governo Draghi dovrebbe essere valutato dagli italiani”, ha aggiunto la portavoce. “L’Italia è un Paese sovrano, indipendente, che non dovrebbe dipendere da nessuno – ha insistito Zakharova -. Non capisco perché c’è la necessità interna di spiegare quello che succedere con fattori esterni”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui