Di Maio agli alleati: “Non ci sono forze di serie A e B”

0
2211
Pubblicità

“Dignità e rispetto reciproco, questo è il messaggio che ho trasferito ai potenziali alleati della coalizione”.

Pubblicità

Così, secondo quanto si apprende, Luigi Di Maio, capo politico di Impegno civico, all’assemblea dei parlamentari della forza politica.

“A mio avviso la coalizione deve essere la più ampia possibile per essere competitiva e fermare gli estremismi”, ha detto il ministro degli Esteri. “Nelle prossime ore bisogna capire dove vuole andare questa coalizione e che coalizione si vuole costruire. Ma una cosa è certa: le forze politiche di una coalizione non possono essere differenziate in partiti di serie A e di serie B”, ha affermato Di Maio.

“Serve rispetto, sono inaccettabili gli attacchi di queste ore a Di Maio e a tutta la nostra comunità”, è il concetto espresso e ripetuto nella maggior parte degli interventi dei parlamentari di Impegno Civico.

“Abbiamo fatto una scissione per salvare il governo Draghi mentre il partito di Conte voleva staccare la spina sulla risoluzione a sostegno dell’Ucraina”, l’accusa che continua ad essere mossa dai parlamentari ‘dimaiani’. “I presenti qui hanno sempre votato la fiducia al governo Draghi, quando si parla di futuro della nazione noi siamo i primi a meritare rispetto e sostegno”. E sull’accordo Pd-Azione la maggior parte dei partecipanti alla congiunta ha ribadito che “serve reciprocità, rispetto e correttezza tra le forze politiche che fanno parte della stessa coalizione”. “Luigi ci fidiamo di te, e siamo certi che faremo la cosa giusta”, è stato ribadito dai parlamentari, raccontano diversi presenti all’Adnkronos. Insieme ai deputati e senatori di Impegno Civico erano collegati anche i consiglieri regionali e gli europarlamentari.

Elezioni, Di Maio: «Dalla coalizione pretendiamo rispetto e parità di trattamento»

«Impegno Civico vuole costruire, è una comunità fatta di persone determinate, pazienti, pronte a dare il massimo, ma la nostra comunità pretende rispetto e parità di trattamento. Altrimenti viene meno il principio fondante di una coalizione».

Così Luigi Di Maio, leader di Impegno Civico, in una nota diffusa dopo l’incontro con il segretario del Pd Enrico Letta alla Camera.

«Nelle coalizioni deve prevalere il rispetto reciproco, verso tutti coloro che ne fanno parte. Sin dall’inizio, abbiamo avuto l’obiettivo di costruire una coalizione compatta e omogenea per fermare la deriva estremista rappresentata dai partiti che, per interessi personali, hanno fatto cadere il governo. Lo hanno fatto infischiandosene dell’emergenza economica nazionale, dell’inflazione record e dei costi del carrello della spesa che continuano ad aumentare, colpendo così le tasche delle famiglie italiane», ha spiegato il titolare della Farnesina.

«È opportuno, dunque, non perdere di vista l’obiettivo, anche per evitare di mandare al governo partiti che rischiano di portare l’Italia fuori dalla sua collocazione Euro-Atlantica. Continuiamo a porci con uno spirito costruttivo: quello di chi vuole dar vita a una coalizione che risponda agli interessi del Paese e non agli interessi del singolo partito. E per delineare questa coalizione bisogna correre e procedere a passo spedito perché adesso c’è poco tempo e si rischia solamente di lasciare il campo d’azione a chi ha causato la caduta del governo Draghi», ha concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui