Di Battista: «Nei prossimi giorni ai 945 parlamentari uscenti verranno bonificati gli assegni di fine mandato: 44 mila euro a testa»

0
10515
Pubblicità

«Nei prossimi giorni ai 945 parlamentari uscenti verranno bonificati gli assegni di fine mandato. Il TFR dei deputati e dei senatori della Repubblica. Più o meno 44.000 euro a parlamentare (per una sola legislatura sia chiaro). Dunque Camera e Senato verseranno sui conti correnti di 945 politici oltre 41 milioni di euro».

Pubblicità

Lo ha denunciato su Facebook l’ex deputato Alessandro Di Battista.

«Una cifra irrisoria rispetto alle spese militari varate dal governo Draghi. Una sciocchezza rispetto al costo del TAV, degli studi preliminari per il Ponte sullo Stretto (che puntualmente torna di moda in campagna elettorale), della guerra in Afghanistan. Eppure la liquidazione che verrà pagata tra poco ai parlamentari è quasi il doppio del denaro stanziato dal governo degli “migliori” per il bonus psicologico», ha spiegato.

«“Alle parole si può credere o meno. Agli esempi si crederà sempre”. Sono parole di Gianroberto Casaleggio. Sarebbe bello se i parlamentari che a parole dicono di stare dalla parte dei cittadini e di comprendere le loro sofferenze dessero l’esempio restituendo il TFR. State tranquilli, non morirebbero di fame. Sarebbe bello se questi denari fossero destinati alla protezione civile o ai vigili del fuoco. Pensate 41 milioni di euro equivalgono a quasi 9000 ore di volo di un canadair», ha scritto ancora Di Battista.

«Mi immagino i politici commentare questo post con un sonoro “è il solito populismo di Di Battista”. Beh, sarebbe populismo solo se qualcuno il proprio Tfr non l’avesse già restituito», ha concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui