Elodie attacca ancora Meloni: “Il suo linguaggio è violento: come si fa a usare una parola come ‘devianze’?”

0
1433
Pubblicità

“Una donna, una madre, dovrebbe avere attenzione per i diritti”.

Pubblicità

Elodie, nel numero di Vanity Fair in edicola dal 7 settembre, torna a parlare di Giorgia Meloni dopo le dichiarazioni politiche rilasciate in occasione del Festival del Cinema di Venezia.

“Come si fa a usare una parola come ‘devianze’, così becera per parlare di problematiche giovanili. L’avrei accettato” – ha attaccato dose Elodie – “se parole simili fossero state pronunciate da un uomo, ma non da lei”.

“A mio avviso, ha dimostrato di non essere madre e di non avere sensibilità accudente – ha aggiunto -. A quel punto, quando hai un figlio maschio che fai, gli dici di non piangere perché un uomo non deve mostrare debolezze? Ma per piacere. Se c’è una problematica significa che c’è una ferita, e come tale va curata. Nella vita abbiamo complicanze, non devianze – ha consigliato -. E il linguaggio di Meloni è violento. Avevo detto che mi faccio scivolare tutto addosso? Ecco, questo no”.

Elodie contro Meloni: «È incredibile come sia violenta e poco donna, parla con un uomo del 1922»

«È incredibile come sia violenta e poco donna, parla con un uomo del 1922».

Così Elodie contro la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, durante la presentazione a Venezia di Ti mangio il cuore, il film in cui la cantante ha debuttato nel grande schermo.

Ad un giornalista che le chiedeva il suo parere sulle dichiarazioni di Hillary Clinton, la quale a Venezia aveva commentato la possibile vittoria alle elezioni della Meloni dicendo che era positivo il fatto che una donna potesse governare, Elodie ha risposto: «È incredibile che una donna parli come un uomo del 1922 questo è il problema. Una donna e una madre dovrebbe avere un’attenzione per i diritti e dovrebbe capire che si sono da sempre situazioni complesse dal punto di vista femminile dall’anno in cui è nata la donna. È incredibile come sia violenta e come sia poco donna, sembra un gioco della sorte simpatico».

«Aspetti positivi? Li avrà, sicuramente sono ben nascosti, io non li ho visto. Anzi, forse ce n’è uno: che è determinata, ma questo non sempre è un bene», ha aggiunto.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui