Celentano su Conte-Renzi: «Ho un po’ esagerato quando parlavo di ‘colossale str**zata’»

0
7846
Pubblicità

Adriano Celentano corregge il tiro dopo aver suscitato polemiche sui social con il suo commento sullo scontro tra il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, e il presidente del Movimento 5Stelle, Giuseppe Conte.

Pubblicità

Il capo politico pentastellato aveva detto a Renzi: «Lo invito a parlare ai cittadini qui nel Sud del Reddito di cittadinanza. Lui fa la guerra ai poveri. Venga qui senza scorta».

Celentano aveva quindi commentato sui social:

«Volevo solo dirvi che quando un politico vuol convincervi che la sua verità è quella giusta, lo potete capire non solo dai movimenti del viso, gli occhi, la bocca e del corpo, ma soprattutto dalle circostanze in cui essa viene pronunciata. Per esempio, non è difficile capire che la frase pronunciata a Palermo da Giuseppe Conte, quando riferendosi a Renzi ha detto: ‘Venga qui senza la sua scorta’ non solo ha detto una colossale stron*ata, ma quel che più preoccuperà i suoi elettori saranno i toni mafiosi con i quali ha condito la sua miserabile frase».

In un altro post, il Molleggiato aveva poi chiarito:

«Ciao ragazzi, non sembra ma vi apprezzo anche quando mi criticate, perché ho visto che lo fate con garbo e questo è bello perché sbarra la strada a quegli SPUTASENTENZE che si rifiutano di capire per non approfondire. Perché si sa che l’approfondire può nascondere la pericolosa ipotesi che si possa anche cambiare idea… E cambiare idea non è un reato. Si, forse io ho un po’ esagerato quando parlavo di ‘colossale stro*zata’, ma era solo un colore rafforzativo sulla frase infelice di Giuseppe Conte quando rivolto a Renzi lo invitava a Palermo senza scorta».

Il cantante ha aggiunto: «Una frase inequivocabile dalla quale (almeno per me) si capiva una cosa sola: che se Renzi si fosse presentato da solo, senza scorta, un calcio nelle palle non glielo toglieva nessuno. Una frase quella di Conte che poteva anche risultare un’offesa per i palermitani. Certo, detta a Venezia avrebbe avuto un altro significato. Oltre tutto a me Conte, anche se non condiviso niente di quello che dice, mi è simpatico e devo dire che a ‘Piazza pulita’ mi è piaciuto per come si è destreggiato».

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui