Il lupo perde il pelo ma non il vitalizio. De Rosa: «Tolgono ai poveri per dare ai ricchi e potenti»

0
1610
Pubblicità

Vitalizi: ci risiamo.

Pubblicità

«Tagliano il Reddito di cittadinanza e restituiscono i vitalizi. Continuano le cronache di un centrodestra sempre più “anti-robin hood”: tolgono ai poveri per dare ai ricchi e potenti», ha denunciato su Facebook il consigliere regionale del M5S alla Regione Lombardia, Massimo De Rosa, in un post su intitolato «Il lupo perde il pelo ma non il (vital)izio».

«Il taglio ai vitalizi ottenuto nel 2018, dopo anni di battaglie del Movimento 5 Stelle dentro e fuori le sedi istituzionali, secondo loro ha gettato nella miseria più profonda gli ex inquilini di Palazzo Madama. Disperati, a dir poco: poveri, bisogna capirli. Non dev’essere facile sopravvivere senza quella astronomica “pensione” maturata non dopo una vita di sacrifici, fatiche e lavoro, ma già dopo una sola legislatura in Parlamento. C’è il rischio di non riuscire a mantenere più tutti i domestici, o peggio ancora di finire a dormire sulle panchine», prosegue il post.

«Sta di fatto che alla fine del 2021 il taglio è stato abbondantemente ridimensionato con tanti saluti all’equità sociale e pure ai 22 milioni di risparmi all’anno per la sola amministrazione del Senato. Un malloppo da subito rimpolpato, sebbene non nella originaria magnificenza.
Il Consiglio di Garanzia del Senato si è poi rivolto alla Consulta per valutare la “compatibilità costituzionale” della nuova disciplina che comporta comunque un ritocco ai trattamenti permanente. La Corte, però, ieri ha risposto picche e, dichiarandosi incompetente a decidere, ha auspicato che si intervenga con una legge», scrive ancora De Rosa.

«Il prossimo 13 dicembre sarà il Senato a doversi esprimere. Secondo voi, non sarà Ignazio Benito Maria La Russa, in perfetta continuità con Maria Elisabetta Alberti Casellati, ad erogare gli arretrati che cancelleranno i “sacrifici” subìti per appena un triennio? Ovvio che sì», conclude.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui