Ucraina, Orsini a Lupi: «Siete estremisti, volete dare solo armi senza fare nulla per la pace»

0
4389
Pubblicità

«Mi assumo la responsabilità di quello che dico: qualunque politico dica che la Russia deve ritirarsi da tutti i territori è un imbecille, un idiota».

Pubblicità

Lo ha detto a Cartabianca, su Raitre, Alessandro Orsini, docente di sociologia del terrorismo internazionale.

«Chi dice che la Russia deve ritirarsi, per avere un dialogo diplomatico, è un imbecille», ha aggiunto.

«L’Occidente sta assumendo posizioni di morte, guidato da criminali», ha continuato.

«Siete estremisti, volete dare solo armi senza fare nulla per la pace», ha affermato ancora Orsini rivolgendosi all’onorevole Maurizio Lupi, ospite in studio. «Io vengo continuamente interrotto, devo andare all’escalation verbale. Se gli ucraini sono in questa situazione in larga parte è perché l’Occidente non vuole trattare e non vuole mediare. Io ho condannato la Russia miliardi di volte ma la Russia vuole trattare. L’Occidente non vuole», ha detto il professore.

In un post sulla propria pagina Facebook, intitolato «Per le dimissioni di Ursula Von der Leyen», Orsini ha poi osservato: «Molti pensano che i media mi utilizzino per fare audience. Ma non è così. Ho una strategia studiata nei dettagli, esposta nel mio libro: “Ucraina. Critica della politica internazionale”. Quel mio libro dimostra chiaramente che sono io a usare i media per perseguire i miei obiettivi politico-culturali; sono io che faccio fare ai media ciò che voglio; sono io che li mando nella direzione che mi interessa per fare arrivare i miei messaggi al pubblico italiano. Il sondaggio trasmesso ieri a Carta Bianca dice che la maggioranza degli italiani si è spostata sulle mie posizioni. Non ero forse completamente isolato nel sostenerle in televisione all’inizio della guerra in Ucraina?».

«Adesso la maggioranza degli italiani dichiara di essere contraria all’ennesimo invio di armi pesanti in quel Paese martoriato dopo avere compreso le politiche sporchissime del blocco occidentale guidato da Biden in questa guerra. Ora passo alla seconda fase della mia strategia che è la promozione di un movimento collettivo per le dimissioni di Ursula von der Leyen, traditrice dei valori dell’Europa e sua acerrima nemica. Chiedere le dimissioni di Ursula von der Leyen, far circolare questo messaggio nelle interazioni elementari della nostra vita quotidiana, questo è il passo successivo. Non importa che si dimetta davvero; è importante farle senitre che siamo suoi nemici. Questo è il modo eticamente più corretto per essere vicino ai miei colleghi che si battono contro le guerre nei regimi autoritari. Loro combattono contro le guerre nei loro Paesi ed io nel mio. Il fatto che sia libero di parlare a Carta Bianca non implica che debba stare zitto. Al contrario, chi tace, potendo denunciare, è doppiamente colpevole.
Viva la società libera. No a un Natale di sangue per i bambini ucraini», ha concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui