Migranti, Meloni: “È un problema europeo, servono soluzioni Ue”

0
3808

“A nessuno conviene dividersi su un tema” come quello dell’immigrazione “perché si rischia di fare un favore ai trafficanti di vite umane, questo credo che nessuno lo voglia e possa permetterselo”.

Così la premier Giorgia Meloni, nelle dichiarazioni congiunte a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio Ue Charles Michel.

“Sulle migrazioni bisogna avanzare con urgenza verso soluzioni europee a un problema che è europeo, come l’Italia sostiene da anni – ha sottolineato – Sono contenta che si stia affermando la consapevolezza che l’Ue può e deve intervenire partendo dalla difesa dei confini esterni. E c’è la consapevolezza che l’Italia non può governare e affrontare da sola la materia, legata alla sicurezza delle nostre società e dell’Europa intera”.

“L’Europa – ha rimarcato – può e deve immaginare soluzioni strutturali alla sfida migratoria partendo dalla difesa dei confini esterni” europei. Per Meloni, “è tempo di lavorare insieme per prevenire i flussi arginandoli prima che arrivino ai confini europei”.

“Al Consiglio europeo sarà fondamentale riaffermare la costante e forte coesione europea nel sostegno a Kiev”, ha detto Meloni.

Quanto alle imprese, “Siamo tutti consapevoli – ha affermato Meloni – che L’Europa deve difendere le sue imprese e deve farlo con visione e con coraggio, assicurando parità di condizioni a tutti gli stati membri. Occorre dare segnali concreti a chi produce, semplificare gli strumenti esistenti. Secondo la posizione italiana questo significa soprattutto flessibilità sui fondi esistenti, il coraggio di investire sul futuro senza lasciare indietro nessuno. Serve cautela sul rilassamento delle regole sugli aiuti di Stato, l’obiettivo è sostenere le imprese senza rischiare di indebolire il mercato unico”.

“Crediamo che serva il coraggio di realizzare strumenti come un fondo sovrano europeo – ha detto ancora – è una materia su cui non sarà facile accordarsi subito a 27 ma per noi è importante che si vada in quella direzione e si dica che si intende andare in quella direzione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here