Sanremo si trasforma in caso politico: ora Zelensky snobba il governo Meloni

1
384

«Come volevasi dimostrare. La decisione, alla fine politica, di non far apparire in video a Sanremo il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ma di far leggere ad Amadeus un messaggio tradotto in italiano, si sta trasformando in un caso internazionale. Sin dal primo momento dell’invasione russa, col governo Draghi in carica, il nostro Paese si è subito schierato a fianco dell’indipendenza ucraina, della resistenza al fascismo di Putin. Molte volte abbiamo visto Draghi, con gli altri leader europei, faccia a faccia col presidente Zelensky. Da ieri è successo qualcosa, i rapporti col governo Meloni non sembrano più quelli di poco tempo fa. Zelensky è volato in Gran Bretagna, è stato ricevuto con tutti gli onori non solo dal premier ma pure da Re Carlo. Poi è planato a Parigi per un faccia a faccia con il presidente Macron e il cancelliere tedesco Scholz. Altro appuntamento a Bruxelles per incontrare tutti gli altri leader in gruppo».

Lo scrive il direttore dell’agenzia DIRE Nico Perrone.

«In un primo momento doveva esserci un faccia a faccia anche con la premier Meloni ma alla fine non c’è stato. Che cosa è successo? Non ci vuole molto a risalire al ‘fattaccio’, a quanto accaduto a Sanremo. In un primo momento Zelensky era stato invitato ad intervenire in video. Poi erano scoppiate polemiche politiche, soprattutto da parte del leader e ministro della Lega, Matteo Salvini, alla fine decisione pilatesca: niente video e lettura del messaggio. Forse molti non sanno che l’intervento in video del presidente Zelensky era pensato e rivolto soprattutto all’indirizzo del popolo russo che da sempre segue il festival di Sanremo. Sarebbe stato un momento formidabile di confronto ‘faccia a faccia’ con milioni di cittadini addirittura in lingua russa. Questa era la posta in gioco, rivolgersi al popolo russo, far capire che in Ucraina non ci sono nazisti ma un popolo che vuole essere libero e indipendente; che la propaganda di Putin mira soltanto a tenere al potere la sua cricca metà fascista metà mafiosa e per ottenere questo se ne frega di tutto, manda al macello decine e decine di migliaia di giovani. Invece alla fine il suo messaggio in italiano è rimasto nelle nostre case, magari la propaganda russa lo ha pure tradotto facendogli dire delle assurdità vai a saperlo. Questa è una possibile spiegazione del motivo che ha spinto Zelensky a parlare solo con Gran Bretagna, Francia e Germania, a tenere fuori l’Italia giudicandola, forse, per spaccature dentro la maggioranza di governo solidale soltanto a metà con la causa ucraina. Le parole usate poi dal presidente Zelensky, che parlando dell’incontro con Francia e Germania, ha detto di aver preso accordi di cui non si può parlare, aumentano il ‘distacco’ nei confronti del nostro Paese», spiega il giornalista.

«A questo punto la premier Meloni, che da anni si sta battendo per posizionare la sua forza politica nello scacchiere atlantico senza se e senza ma, deve immediatamente trovare un modo per ricucire il rapporto. Magari volando al più presto a Kyev per incontrare Zelensky, garantire il sostegno del nostro Paese, che invieremo armi per aiutarli a difendersi, che l’Italia resta in prima fila e non merita di essere messa in un angolo. In futuro facendo attenzione anche al messaggio e al significato che le immagini degli incontri comuni con i leader, ultimi quelli al Parlamento europeo, rimandano a chi guarda: con la premier che guarda altrove, o che fa finta di niente mentre gli altri leader europei si confrontano. A quel punto meglio mettersi (anche di forza) in mezzo a loro, partecipare è meglio di apparire esclusa. Come diceva il nostro saggio amico Stanislaw Jerzy Lec: “E’ facile dire ‘eccomi!’ Bisogna anche esserci”», conclude Perrone.

1 COMMENT

  1. Il burattino Zelensky non è il popolo ucraino è l’ esponente di un oligarchia che ha preso il potere mimetizzando i suoi fini nel 14 poi ha usato la repressione per eliminare gli ucraini che gli si opponevano La guerra è quella della sua oligarchia e se è appoggiato dalle oligarchie europee e USA Chiedetevi cosa gli ha garantito in pagamento dell’appoggio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here