Orsini su Youtube: «La guerra in Ucraina può finire in un solo modo»

0
517

In un nuovo video pubblicato sul proprio canale Youtube, il professor Alessandro Orsini spiega che il conflitto tra Mosca e Kiev in Ucraina può terminare in un solo modo.

Secondo il docente di sociologia del terrorismo internazionale, anche che l’Italia, se lo volesse, «avrebbe il potere di avviare il processo di arresto della guerra in Ucraina o quantomeno di una sua attenuazione».

Orsini ha condiviso il video che potete vedere sotto anche sulla propria pagina Facebook, in un post intitolato «Pigne in testa e cappellini», in cui scrive: «Come dissi a Formigli a Piazza Pulita a marzo 2022: “Sto semplicemente anticipando i tempi”. Come finirà la guerra in Ucraina spiegato facile è il mio nuovo video che sviluppa il mio articolo apparso oggi sul Fatto quotidiano. Grazie di cuore a tutti coloro che si sono iscritti al mio canale. Nel video, scartata l’ipotesi di uno scontro diretto Russia-Nato – che diventerebbe rapidamente nucleare e quindi senza vincitori – anticipo come finirà la guerra e spiego che il governo Meloni avrebbe il potere di dare inizio al processo politico per una soluzione diplomatica del conflitto. Quanto agli insulti che ho ricevuto dopo la mia ultima intervista a Piazza Pulita, nessun problema: la mia posizione sulla guerra è diventata maggioritaria in Italia. Mi basta questo. All’inizio di marzo, quando ero minoranza, Corriere della Sera, Repubblica, la Stampa e Radio 24, chiedevano conto delle mie tesi. Ora sono Fontana, Molinari e Giannini che devono dare conto delle loro».

«Come direbbe il marchese del Grillo: “Una pigna in testa fa male però fa ridere”. E di pigne in testa lorsignori ne stanno prendendo eccome nonostante i cappellini con cui cercano di pararsi il capo. Ecco, pensate ai miei video come pigne gioiose su cappellini depressi.
Viva la società libera. Abbasso il Corriere della Sera, la Repubblica, la Stampa e Radio 24», conclude il post.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here