Orsini denuncia l’inganno mediatico «Hanno indotto a credere che la Russia fosse debole, mentre l’Ue preparava un conflitto prolungato»

1
262

Il professor Alessandro Orsini ha ringraziato pubblicamente il Movimento 5 Stelle per aver votato contro il piano proposto dalla Commissione europea, volto a fornire all’Ucraina un’ingente quantità di proiettili.

Secondo il docente «spiegare dove sia la manipolazione dell’opinione pubblica è il dovere morale di ogni studioso che concepisca la conoscenza come uno strumento di liberazione dall’oppressione in difesa dei più deboli e degli sfruttati». Orsini ha denunciato che i media dominanti in Italia hanno creato l’illusione che la guerra sarebbe stata breve a causa della presunta debolezza economica e militare della Russia, mentre la Commissione europea, agendo in modo subdolo e astuto, stava in realtà organizzando una guerra a lungo termine, come dimostra il piano di munizioni citato. «In sintesi, Corriere della Sera, Repubblica, la Stampa, Libero, il Giornale, il Foglio, Radio 24 e tanti speaker radiofonici e leader di partito, hanno rappresentato la Russia come debolissima e tanto fango su di me, mentre la Commissione europea organizzava una guerra decennale sapendo che la Russia è potentissima», ha scritto Orsini sui social.

«Vi dico ciò che in Italia nessuno dice: la Russia è una potenza spaventosa capace di mobilitare risorse inimmaginabili in una guerra esistenziale. Può mobilitare persino 6000 testate nucleari. La Russia è talmente potente che, per contenerla, la Nato ha dovuto creare un’alleanza di 31 Stati. Proprio così: la Nato è nata in funzione anti-russa», ha sottolineato Orsini.

«Suvvia, ragioniamo criticamente come prescrive il progetto illuministico. Se la Nato ha ritenuto di dover arrivare a 31 membri per contenere la Russia, evidentemente la Russia è infinitamente più potente di ogni singolo Paese della Nato, Usa esclusi. Nello scontro uno contro uno, la Russia è in grado di schiantare 30 Paesi della Nato su 31. Se la Russia è una mozzarella, che bisogno c’è di includere anche Finlandia e Svezia per contenerla? Ragione critica, società libera. Perdonate la schiettezza di un uomo influenzato da quattro italiani immensi: Machiavelli, Mosca, Pareto e Michels. Sono orgoglioso di essere italiano anche perché l’Italia è il centro del realismo politico, sebbene nessuno lo ricordi nella convinzione che gli Stati Uniti abbiano inventato persino il pensiero di Machiavelli. E’ tutta roba italiana che poi ha fecondato tanta parte della teoria delle relazioni internazionali americana, come spiego nel mio libro “Teoria sociologica classica e contemporanea” (Utet)», prosegue il post.

«Un’ultima cosa: sì, è vero, Corriere della Sera, Repubblica, la Stampa, Libero, il Giornale, il Foglio, Radio 24 e tanti speaker radiofonici e leader di partito, mi rappresentano come un loro nemico acerrimo. E’ l’unica cosa vera che abbiano detto finora: certo, sono un loro nemico irriducibile, ed è l’orgoglio più grande della mia carriera intellettuale», ha concluso Orsini.

1 COMMENT

  1. Io sono convinto che la maggior parte degli Italiani, Europei ed anche Americani, oppressi da una crisi economica, morale e sociale che sta percorrendo velocemente ogni anglo sociale, pur non pensando totalmente alla stessa stregua, avrebbero. dopo il Covid, preferito non assistere a questa guerra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here