Restituzioni M5S, Conte si fa bello coi soldi degli altri

0
144

Come dice Pippo Baudo, Giuseppe Conte è un «furbissimo avvocato di provincia». E la sua ultima furbata sulle restituzioni del M5S ne è l’ennesima dimostrazione.

Ieri, infatti, Conte ha[wlm_private “SEF+”] annunciato su Facebook: «Lo abbiamo detto e lo abbiamo fatto. Come parlamentari del M5S abbiamo rinunciato a 1 milione di euro: li abbiamo messi da parte per restituirli ai cittadini investendo sulle scuole». Tutto vero, peccato che lo smemorato Conte abbia dimenticato un particolare: si tratta di soldi versati dai parlamentari del M5S della scorsa legislatura, che ancora non erano stati restituiti alla collettività come promesso, nonostante siano passati anni! Forse perché chi gestisce le casse del Movimento li avrebbe usati in caso di necessità per pagare l’affitto della sede o gli stipendi agli ex parlamentari? Chi lo sa! Bene che Conte abbia finalmente sbloccato questi soldi, ma abbia l’onestà di dire chi li ha versati! Infatti, nella legislatura attuale, la maggior parte dei parlamentari del Movimento non ha ancora restituito un bel niente, nonostante ci sia l’obbligo di versare 2.500 euro alle casse del partito, con tanti saluti alle restituzioni ai cittadini. Fino a qualche settimana fa, erano partiti soltanto 42 bonifici, mentre le casse del Movimento piangono miseria. Come spiegato in un post del M5S del dicembre scorso, parlando del milione di euro, Conte precisava: «Abbiamo già questa somma, accantonata».

Da questa legislatura il Movimento non restituirà più soldi pubblici ai cittadini, una caratteristica fondativa voluta dai padri Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo, ma solo al partito come fanno tutti. Intanto però Conte si fa bello: coi soldi degli altri.

[/wlm_private]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here